Month: Settembre 2014

Certificati per l’attività sportiva non agonistica, le linee guida

Certificati per l’attività sportiva non agonistica, le linee guida

 

Il Ministro della salute Beatrice Lorenzin ha firmato il decreto 8 agosto 2014 con “Linee guida di indirizzo in materia  di certificati medici per l’attività sportiva non agonistica”.
Il documento fa chiarezza proprio all’inizio dei corsi e delle attività parascolastiche sulla definizione di attività sportiva non agonistica e dunque su chi deve fare i certificati, quali sono i medici certificatori, la periodicità dei controlli e la validità del certificato, gli esami clinici.
Disciplina infine per i medici il facsimile di certificato e definisce gli obblighi di conservazione della documentazione.
Le linee guida non si applicano all’attività ludica e amatoriale, per le quali il certificato resta facoltativo e non obbligatorio, come stabilito dal Decreto legge 69 del 2013 e confermato da una nota interpretativa del Ministero.

Continue reading

INIZIATIVA AVVOCATURA DI STATO SU RESPONSABILITA’ DS INADEMPIENZE SULLA SICUREZZA

Sebbene non si tratti di una sentenza ma dell’iniziativa dell’Avvocatura dello Stato di Lecce, la notizia che i VV.FF. siano stati diffidati ad annullare un verbale di accertamento che, al solito, individuava nel DS il responsabile delle irregolarità emerse nel corso di una visita ispettiva sulla sicurezza, può rappresentare l’ennesima conferma di quanto oramai da anni si raccomanda nel corso dei periodici incontri formativi ed informativi che la nostra Associazione organizza: richiedere all’ente locale, proprietario degli edifici scolastici, l’immediata risoluzione dei problemi strutturali connessi alla sicurezza e non stancarsi di tornare a richiederlo (sempre per iscritto) qualora non si ottengano gli esiti sperati.
Approfondimento nella sez. I casi

Continue reading

A PROPOSITO DELLA VALUTAZIONE

Dal sito nazionale ANP

 

DAL RUOLO NELLA VALUTAZIONE ALLA RETRIBUZIONE

Sui dirigenti troppe zone d’ombra

di Giorgio Rembado

La Direttiva ministeriale sulla valutazione è un atto dovuto, sul quale il giudizio complessivo è, tutto sommato, positivo, nonostante numerosi punti restino da chiarire e diverse soluzioni appaiano dettate più dai vincoli economici che dalle scelte di efficacia. Una per tutte: la decisione di attuare la valutazione esterna solo per il 10% delle scuole.

Continue reading