Month: Marzo 2016

ANP SICILIA NON FIRMA L’IPOTESI C.I.R. PER GLI ANNI 2012, 2013 E 2014

Nel pomeriggio di mercoledì 16 marzo, si è svolta presso l’USR Sicilia la riunione per discutere e sottoscrivere l’ipotesi di Contrattazione Integrativa Regionale (C.I.R.), relativa al triennio 2012-2015.

Così come concordato in sede di Consiglio Regionale, svoltosi ad Enna martedì 15 marzo, l’ANP Sicilia non ha firmato il CIR proposto chiedendo di inserire a verbale la dichiarazione che alleghiamo.

 

dichiarazione anp a verbale

SECONDO CICLO DI FORMAZIONE LEGGE 107

Nel quadro del secondo ciclo di seminari formativi sulla legge 107,

mercoledì 23 marzo
 
ore 09,00
 
I.T.E. PIO LA TORRE
 
Via Nina Siciliana
si svolgerà un incontro, aperto ai DDSS associati e a docenti (max 3) del loro staff,  per esaminare in dettaglio:
1. La valutazione dei docenti e l’assegnazione del bonus (proposta di un modello)
2. Ambiti e incarichi
Esauriti i due punti verranno fornite, inoltre, le ultime notizie circa i lavori del prossimo Consiglio Nazionale (Chianciano 19-20 marzo) e su quanto, nel frattempo, sarà avvenuto a proposito della firma dei CIR Regionali 2012-13, 2013-14 e 2014-15.
Accedi al menù in alto a DX – Eventi e provvedi all’iscrizione online

SUCCESSO DELL’ANP

Ancora una volta possiamo affermare AVEVAMO RAGIONE

E’ stata pubblicata sul sito nazionale dell’ANP la notizia che segue e che non necessita di alcun commento tanto è chiara e incisiva a proposito della solitudine della nostra associazione nell’azione costante di tutela dei diritti dei DD.SS.

“L’iniziativa politica che Anp aveva annunciato con il proprio comunicato del 19 febbraio scorso, e ribadito in data 4 marzo, ha dato i suoi frutti. Un comunicato stampa del Ministro rende noto che – a seguito di un serrato confronto con il MEF – si è addivenuti ad un’intesa sulla rideterminazione del FUN, in senso molto più favorevole alle aspettative della categoria.

Dal comunicato diramato in data odierna, si apprende che l’entità del Fondo per il 2015-2016 sarà di 163 milioni di euro (lordo dipendente), con un incremento complessivo di oltre il 40% rispetto all’entità indicata dallo stesso MEF per il 2012-2013.

Si conferma così la giustezza della via fin qui seguita da Anp, che ha privilegiato la costanza e la concretezza dell’interlocuzione con la controparte governativa alle proteste meramente di facciata. Altri hanno scelto strade diverse: e non si può fare a meno oggi di chiedersi come pensino di tenere assieme la richiesta dell’equiparazione solo economica alle restanti dirigenze, quando sono stati i più decisi avversari del ruolo unico dei dirigenti. O come possano elevare sdegnati accenti sul contenzioso e le tensioni di cui sarebbero quotidiane vittime i dirigenti, quando quelle tensioni sono il più delle volte da loro stessi alimentate. O ancora come possano chiamare gli interessati a mobilitarsi proprio contro quegli aspetti della legge 107 che più sono connessi con l’esercizio delle responsabilità dirigenziali.”