ANP E DIFESA DELLA DIRIGENZA SCOLASTICA

E’ in corso il tentativo di riportare indietro le lancette della storia del nostro ordinamento scolastico. Si vuole abrogare l’art. 25 del DLgs. 30 marzo 2001 n. 165;  si vuole ritornare alla figura del “preside” che cura l’applicazione delle circolari ministeriali; si vuole ritornare ad una scuola senza autonomia e alle dirette dipendenze di una mai sopita centralità romana.

L’ANP HA ASSUNTO UNA FERMA POSIZIONE DI CONTRASTO A QUESTO TENTATIVO. ANCORA UNA VOLTA L’ANP SI TROVA, DA SOLA, A TUTELARE LA DIMENSIONE PROFESSIONALE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO MENTRE ALTRE SIGLE FANNO L’OCCHIOLINO A QUANTI AUSPICANO IL RITORNO AD UN PASSATO CHE PORREBBE LA SCUOLA ITALIANA AL DI FUORI DEI PROCESSI D’INTEGRAZIONE EUROPEA E RICONSEGNEREBBE LA GESTIONE DELL’INTERO SISTEMA AD UNA CONDUZIONE CENTRALISTICA, IN OPPOSIZIONE E IN FORTE CONTRADDIZIONE CON QUANTO LE ISTITUZIONI SCOLASTICHE, IN QUESTO ULTIMO DECENNIO,  HANNO SAPUTO REALIZZARE AUTONOMAMENTE ALL’INTERNO DELLE LORO COMUNITA’ CIVICHE E DEI LORO TERRITORI.

Pubblichiamo di seguito la Lettera aperta che il nostro Presidente Giorgio Rembado ha inviato a tutti i Dirigenti Scolastici italiani.
  LETTERA APERTA AI DIRIGENTI DELLE SCUOLE