CONTINUA LA PROTESTA DEI DIRIGENTI SCOLASTICI

Di seguito il testo del comunicato diramato dalla Presidenza Regionale dell’ANP

 

 

Al Direttore USR SICILIA
E p.c. ai Dirigenti Scolastici
Oggetto: compilazione del portfolio – valutazione del dirigente scolastico – stato di agitazione

Con la presente si vuole evidenziare che lo stato di agitazione proclamato da questa organizzazione sindacale non è cessato.
In particolare tra le forme di protesta è indicata la non compilazione del portfolio anche per il corrente anno scolastico.


Quanto sopra in relazione al fatto che, se da un lato si assiste ad un impegno, da parte dell’amministrazione, nel comunicare ai Dirigenti Scolastici quali nuove forme assumerà il sistema di valutazione dei dirigenti o ad impedire di fatto che i Dirigenti delle scuole di primo grado possano essere nominati Presidenti nelle Commissioni degli Esami di Stato del Secondo grado, dall’altro si assiste all’inerzia su tematiche ben più incisive e dirimenti che vedono i Dirigenti Scolastici direttamente coinvolti.
Basta infatti ricordare le ultime questioni in ordine di tempo:
– la mancata proroga per il rilascio della Certificazione Prevenzione Incendi;
– la mancanza di indicazioni sugli adempimenti per l’applicazione del regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali.
La compilazione del portfolio, elemento centrale di un sistema di valutazione dei Dirigenti Scolastici, appare anche per il corrente anno scolastico una inutile vessazione burocratica che non tiene nel debito conto l’implementazione dei carichi di lavoro che ricadono sulle istituzioni scolastiche e, di fatto, sui Dirigenti Scolastici.
Carichi di lavoro ulteriormente aggravati dall’ultima tornata di autorizzazioni dei finanziamenti FESR che indica, quale data di aggiudicazione della fornitura, il 19 luglio, senza considerare che le scuole sono impegnate negli adempimenti di fine anno e negli esami di stato.
L’avvio del tavolo contrattuale nazionale, con la riunione svoltasi all’ARAN il 14 maggio scorso, non è elemento utile per cessare lo stato di agitazione della categoria.
Solo quando sarà riconosciuta l’equiparazione retributiva dei Dirigenti Scolastici alle altre Dirigenze della pubblica amministrazione avrà senso parlare di valutazione in un’ottica di equiparazione valutativa.
Lo scrivente, quale rappresentante regionale di questa organizzazione sindacale, intende evidenziare che L’ANP-CIDA invita i Dirigenti Scolastici ad astenersi dalla compilazione del portfolio fino a quando non sarà cessato lo stato di mobilitazione.
Il Presidente Regionale
Maurizio Franzò